La Tenuta Lamborghini si trova in Umbria, tra il versante sud del Lago Trasimeno e il bellissimo borgo medievale di Panicale. Siamo al confine tra l’Umbria e la Toscana, Cortona e la Val di Chiana distano solo poche decine di chilometri. La tenuta fu acquistata da Ferruccio Lamborghini alla fine degli anni ’60 che, in viaggio in queste zone, si innamorò del paesaggio aspro e dolcissimo allo stesso tempo. Abbandonata la celebre attività automobilistica decise di tornare alle proprie origini: l’agricoltura.

La superficie totale è di 100 ettari, suddivisi tra un campo da golf a 9 buche, un agriturismo e la parte vinicola di 32 ettari. Inizialmente furono impiantate diverse varietà sia a bacca rossa che a bacca bianca: oltre al classico Sangiovese e Ciliegiolo, si decise anche per varietà più insolite per quegli anni, quali Merlot e Cabernet Sauvignon. Nella metà degli anni ’90 Patrizia Lamborghini è subentrata nella gestione continuando e, anzi, potenziando l’ambizione del padre di produrre vini di alta qualità. Da allora gran parte dei vigneti

è stata reimpiantata prediligendo vitigni come il Sangiovese ed il Merlot. Ad oggi i nuovi vigneti di cloni selezionati si estendono per oltre 20 ettari ma il programma aziendale dell’attuale proprietà prevede il rinnovo dell’intera superficie vitata e la reintroduzione di vitigni a bacca bianca come progetto più immediato. L’estrema ricerca della qualità, la volontà di evidenziare le caratteristiche del territorio e la preziosa conduzione enologica di Riccardo Cotarella, hanno generato un cambio radicale teso alla produzione di vini di altissimo livello qualitativo.